.
Annunci online

  onarpastore OnAr BLOG
 
Diario
 


Triggiano

Grazie al diritto di manifestazione del pensiero garantito dall'art. 21 della Costituzione Italiana, posso scrivere tutto quello che mi gira nella "capoccia"!  

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica con cadenza periodica, ne è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001.

Il tempo a Bari:
 
The WeatherPixie





29 aprile 2007

Salve Gente!

Sto bene, benone. 
Ho trascurato il blog perchè ho avuto importanti e intensi impegni di lavoro.
Ho trascurato il blog anche per altre motivazioni.
Presto riprenderò a postare.
Grazie per mail, commenti, sms.
Un abbraccio a tutti. OnAr.  




permalink | inviato da il 29/4/2007 alle 15:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


12 maggio 2006

I sogni della gente. Quarta puntata.

Titolo: "Mio fratello era mio figlio".

Poco più di un mese fa ho sognato di aver partorito un bambino e di non avergli ancora dato un nome nonostante fossero passati 3 giorni dalla nascita,
infatti io e il mio ragazzo continuavamo a chiamarlo piccolino.
Questo bimbo assomigliava alla versione maschile di una mia procugina di 4 mesi.
Nel sogno che si svolgeva in una casa che non era la mia attuale, questo bambino si trasformava di tanto in tanto nella figura in miniatura di mio fratello,
e tutto cio nel sogno era normalissimo,
tanto che gli facevo indossare persino gli indumenti attuali di mio fratello.
Poi improvvisamente ritornava piccolo.

Secondo il mio parere comico.. infatti ho riso molto.. titolo e penultimo rigo completano l'opera buffa..




permalink | inviato da il 12/5/2006 alle 20:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (16) | Versione per la stampa


6 maggio 2006

I sogni della gente. Terza puntata.

Titolo: "Sollevato da terra".

L'altra notte ho sognato la mia compagna di corso all'università di Firenze: 1,84 m; 4° abbondante, bionda... insomma una fica mostruosa.
Insomma eravamo soli io e lei a casa sua per ripassare quando ad un tratto si toglie la maglietta "Troppo caldo fa qui..." Poi si alza e le sue tette si muovono di conseguenza... io impotente mi alzo, lei si mette spalle al muro e iniziamo a baciarci.
Ad un tratto lei mi mette le mani sotto il culo e mi prende in braccio.
Io continuavo a baciarla, ma nel frattempo le schiacciavo la 4 di seno che si ritrova col petto e mi si cominciava a drizzare.
Poi, sempre tenendomi in braccio mi sdraia sul letto e io vedo quelle colline su cui poco fa ero appoggiato e appena mi prende il cazzo e lo mette dentro di lei vengo paurosamente.
Ciò basta a farmi svegliare e a farmi ritrovare in un lago di... beh, avete capito! No!!! Ragazzi, io domani all'università nn ci vado!! E se per caso vengo mentre la sto guardando???


Come si nota, i titoli che la gente accosta ai sogni sono altamente cinematografici!! :-)




permalink | inviato da il 6/5/2006 alle 10:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


28 aprile 2006

I sogni della gente. Seconda puntata.

Titolo: "Tram".

Sono su di un tram affollato, il frastuono è talmente forte che si trasforma in un fischio acuto.
I colori sono chiari , quasi sbiaditi.
E' affollato ma intorno a me sembra non ci sia nessuno come se io avessi una barriera.
Il tram si ferma, le porte si aprono;
foglie bienche come quelle autunnali passano davanti alla porta, nessuno scende nessuno sale.
Siamo in estate.
Dietro di me un ombra , non mi giro.
Una lama , una lama che luccica come avvolta dal buio non la vedo con gli occhi ma con la mente.
Io so cosa sta per accadere ma rimango li ferma con braccio alzato che si regge al tram.
Sento la lama fredda che punge, spinge si infila nella pelle, quasi mi spinge in avanti ma ecco che la carne cede e la lama entra sento il dolore sento il dolore paura.
Non faccio nulla, nulla si smuove attorno a me.
Sento la lama che incontra le costole , il fegato , il polmone. Inizio a non respirare abbasso lo sguardo ma non c'è sangue.
Mi manca il respiro soffro , ho dolore.
Mi sveglio le guance bagnate di lacrime sento ancora dolore, era solo un sogno.
Mi rimetto a dormire , adesso ho freddo.

Sempre più fantastici..
V'è mai capitato di sognare qualcosa di simile?




permalink | inviato da il 28/4/2006 alle 19:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa


27 aprile 2006

I sogni della gente. Prima puntata.

Pensavo a come sono strani i sogni che facciamo quando si spengono i riflettori del "reale".
Prima, rovistavo sul web e realizzavo che la mente umana è davvero un bel mistero! 
Il seguente sogno mi ha colpito particolarmente..solo il titolo è da oscar..

Titolo: "Ripresa della mia morte":

Ero nell'ufficio di un centro commerciale.
degli attori mi mostravano un video che dovevamo riprodurre.
i protagonisti del video correvano su un balcone e poi scappavano via.
solo una donna restava lì, si sporgeva dal balcone e cadeva giù.
finito il video gli attori mi hanno detto che dovevo interpretare quella donna.
come ho provato a chiedere spiegazioni mi hanno detto di non preoccuparmi, che tutto mi sarebbe venuto naturale.ed è stato così.al momento mi sono buttata, come se quel video avesse nascosto un messaggio subliminare.
sembravo non arrivare mai a terra.sentivo levertigini e una forte pressione alla testa.
speravo di morire sul colpo per non provare dolore.
al momento dell'impatto non ne sentii.
dopo l'impatto vidi gli attori e lo staff vicino a me.
commentavano la scena e sembravano soddisfatti.io li vedevo, li sentivo...ero viva.
mi sono messa seduta e ho chiesto ad un operatore come fosse uscita la scena.
non ha risposto.
la gente passava e mi ignorava.
mi sono voltata e ho visto il mio corpo esanime sull'asfalto.

Straordinario.
 




permalink | inviato da il 27/4/2006 alle 20:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa


20 aprile 2006

Nature.




permalink | inviato da il 20/4/2006 alle 18:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa


19 aprile 2006

Petrolio, geopolitica e la futura guerra con l’Iran.

Dopo le armi di distruzione di massa mai ritrovate, la scusa è cambiata e ora si mira al presunto potenziale nucleare dell'Iran. Mentre gli Stati Uniti si stanno preparando per attaccare l'Iran, una cosa è certa: l'amministrazione Bush non accennerà mai al fatto che la reale ragione della guerra è il petrolio. Come nel caso dell'Iraq saranno le armi di distruzione di massa a essere identificate come giustificazione per un assalto americano.

“Non tollereremo la costruzione di armi nucleari [da parte dell’Iran]”, è la direzione già presa dal presidente Bush ed esposta in una dichiarazione del 2003. Ma siccome il mancato ritrovamento di armi non convenzionali in Iraq ha delegittimato la scusa delle armi di distruzione di massa in Iran, così la dichiarazione è cambiata e ora l'attacco all'Iran potrebbe venire giustificato dal presunto potenziale nucleare, che dovrebbe comunque indurre allo scetticismo. Qualunque dichiarazione seria sull'importanza strategica dell’Iran rispetto agli Stati Uniti dovrebbe concentrarsi sul ruolo iraniano nell'equazione energetica globale.

Il petrolio però, non è l'unico fattore che determina la palese determinazione di Bush di distruggere le strutture militari iraniane. Non c’è dubbio che vi siano molti professionisti che si occupano di sicurezza nazionale a Washington che sono veramente preoccupati per alcuni aspetti del programma nucleare iraniano. Ma nessuna guerra è dovuta a un solo fattore ed è evidente che molte altre considerazioni, incluso il petrolio, hanno giocato un ruolo decisivo nella scelta dell'amministrazione di invadere l'Iraq. Inoltre, è ragionevole pensare che ancora in questo caso molti fattori – incluso il petrolio – stiano giocando un ruolo cruciale nel far propendere ora per la possibilità di assalire l'Iran.

Quando si parla dell'importanza strategica del petrolio per gli USA è necesasrio andare oltre l'ovvia questione della richiesta futura di energia del nostro paese. L'Iran occupa una posizione strategica a nord del Golfo Persico, è in una posizione dalla quale può minacciare i pozzi petroliferi dell'Arabia Saudita, del Kuwait, dell'Iraq e degli Emirati Arabi Uniti, che messi insieme costituiscono più della metà delle riserve mondiali conosciute.

L'Iran si affaccia sullo Stretto di Hormuz, uno stretto sulle acque navigabili dalle quali, ogni giorno, passano il 40% delle esportazioni di petrolio del mondo. In più l'Iran sta diventando il maggior fornitore di petrolio e gas naturale di Cina e India. Quindi Teheran ha un ruolo sempre maggiore negli affari mondiali. È questo ruolo geopolitico che l'energia riveste, oltre che il potenziale di petrolio esportabile dall'Iran agli USA, che sta indubbiamente guidando i calcoli strategici dell'amministrazione.

E non è solo di petrolio che l'Iran è possessore in grande abbondanza, ma anche di gas naturali. Attualmente l'Iran sta utilizzando solo un piccolissima parte delle proprie riserve di gas, circa 0,05 trilioni di metri cubi all’anno. Questo significa che è uno dei pochi paesi in grado di fornire molto più gas naturale in futuro.

Tutto questo dimostra che l'Iran avrà un ruolo cruciale nell’equazione futura mondiale dell'energia. Questo è particolarmente vero in quanto la domanda globale di gas naturale sta crescendo più velocemente rispetto a qualunque altra forma di energia, incluso il petrolio. Mentre il mondo, attualmente, consuma più petrolio che gas, la fornitura di petrolio si contrarrà in un futuro molto prossimo perché la produzione ha già raggiunto il massimo del sostenibile – forse entro il 2010 – e da lì inizierà un graduale, ma irreversibile, declino.

La produzione di gas naturale, d'altra parte, non raggiungerà il massimo sostenibile ancora per decenni, e ci si attende che sostituirà molte delle forniture petrolifere, che diverranno sempre meno abbondanti. Il gas naturale è considerato un carburante più interessante del petrolio per molti usi, specialmente perché quando utilizzato rilascia meno anidride carbonica (che è una delle maggiori cause dell’effetto serra).

La Cina, che avrà bisogno di grandi quantità di petrolio e di gas in più per rifornire di combustibile la propria esplosiva economia, sta prestando particolare attenzione all'Iran.
La Cina, inoltre, pare conti sull'Iran per una gran parte delle importazioni di gas naturale (LNG).

Anche l'India è determinata a ottenere il petrolio e il gas dall'Iran.
Il Giappone, inoltre, si è dissociato da Washington riguardo ai legami con l’Iran finalizzati all'energia.
Nel considerare il ruolo dell'Iran nell'equazione globale di energia, quindi, i funzionari dell'amministrazione Bush hanno due obiettivi strategici chiave: il desiderio di mettere a disposizione delle ditte americane i giacimenti di gas e di petrolio iraniani e la preoccupazione per i crescenti legami tra l'Iran e competitori dell'America sul mercato globale.

Così, mentre pubblicamente l'attenzione viene centrata sulle armi di distruzione di massa dell'Iran, le figure chiave dell'Amministrazione certamente stanno pensando in termini geopolitici al ruolo dell'Iran nell'equazione globale dell’energia tenendo in questo anche conto della capacità di bloccare il flusso globale di petrolio.




permalink | inviato da il 19/4/2006 alle 13:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


18 aprile 2006

Fantagoverno..



Se prevedete la formazione del nuovo governo Prodi, potete partecipare a questo simpatico gioco e immaginare la squadra dei ministri indicando un nome per ciascuno dei dicasteri.

Buon divertimento!




permalink | inviato da il 18/4/2006 alle 14:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


15 aprile 2006

Buona Pasqua!

Auguro a tutti una dolce e serena Pasqua..forse più "dolce" che serena!




permalink | inviato da il 15/4/2006 alle 16:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (14) | Versione per la stampa


14 aprile 2006

Corpo A Corpo.

Stanco di vedere le parole che muoiono
stanco di vedere che le cose non cambiano
stanco di dover restare all’erta ancora
respirare l’aria come lama alla gola.
Stanco di vedere le parole che muoiono
stanco di vedere che le cose non cambiano
stanco di dover restare all’erta ancora
respirare l’aria come lama alla gola.
Andare a piedi fino a dove non senti dolore
solo per capire se sai ancora camminare.
Il mondo è un corpo coperto di lividi,
i miei pensieri sempre più vividi.
Corpi sulla strada che si lasciano affittare,
tavole anatomiche da saccheggiare.
Corpo perfetto, corpo immortale.
Il corpo è la frontiera che si può violare.
SANTI BUROCRATI SANGUE D’IPOCRITI
LA VITA SPESSO È UNA DISCARICA DI SOGNI
CHE SEMBRA UN FILM DOVE TUTTO È DECISO
SOTTO AD UN CIELO D’UN GRIGIO INFINITO.

Andare a piedi fino a dove non senti dolore
solo per capire se sai ancora camminare.
Sono le gambe piene di lividi,
sono pensieri sempre più ruvidi.
Corpi di macerie da telegiornale,
corpi diplomatici in diretta a conquistare.
Suona la marcia suonala ancora,
la morte veste bene quando scatta l’ora.
Cristi che piangono per troppo dolore,
l’angoscia di un pianeta che puoi sezionare.
Taglia la torta, tagliala ancora:
chi è ricco resta vivo mentre il povero muore.
Corpi e macerie da conquistare
per un corpo d’armata sotto le fanfare.
Corpo straziato, corpo a corpo,
il corpo è l’innocenza che si può spezzare.
SANTI BUROCRATI SANGUE D’IPOCRITI
LA VITA SPESSO È UNA DISCARICA DI SOGNI
CHE SEMBRA UN FILM DOVE TUTTO È DECISO
SOTTO AD UN CIELO DI UN GRIGIO INFINITO.
SANTI BUROCRATI SEME D’IPOCRITI
LA VITA È SCRITTA SOPRA UN CUMULO DI SOGNI
COME IN UN FILM DOVE TUTTO È DECISO
SOTTO AD UN CIELO DI UN GRIGIO INFINITO.

Titolo: Corpo A Corpo.   Testo: Subsonica.   Album: Terrestre (2005).

NB: non sono pessimista ma realista. Questa canzone è realista.




permalink | inviato da il 14/4/2006 alle 12:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa

sfoglia     maggio       
 

 rubriche

Diario

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

BeppeGrillo
Sabina Guzzanti
Marco Travaglio
DarioFo
MyWebsite
LeoPastore
Stefy
RinascitaNazionale
GianniRuggiero
EmotInstabile
Adriana
Ines
Pulvigiu
Sgnaps
Estremamente
Elioweb
Vinginz
Kaiser Franz

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom